lunedì 26 novembre 2012



Bellissimi i colori di questi scampi adagiati sapientemente nella grigia cesta di paglia intrecciata. Il colore rosso è quello che più mi piace, è un colore caldo e secondo me dovrebbe indicare la vita e non la morte. Ma si sa questi piccoli crostacei hanno e conservano, anche nel piatto, le loro belle sfumature.
Ma una cosa mi ha fatto pensare; il prezzo. Il mondo, ho pensato, è un grande mercato circolare, ove ognuno di noi ha un prezzo, io ho un prezzo, l'uomo che ha adagiato la lavagnetta fra questi corpi ricurvi, ha un prezzo. Tutti abbiamo un prezzo e se qualcuno pensa di valere di più e di poter vendere il corpo dell'altro all'asta o al mercato come su una bancarella, sbaglia. Sbaglia perché il nostro non è un mercato in verticale né posto orizzontalmente, con un inizio e una fine. NO!, la nostra vita è un gran bazar circolare ove tutti possono venir catturati, venduti e digeriti, nessuno escluso. " Memento homo"

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento